I’Argentario è un promontorio che si protende nel Mar Tirreno in corrispondenza delle due isole più meridionali dell’Arcipelago Toscano, l’Isola del Giglio e l’Isola di Giannutri.

Anche l’Argentario nasce come isola, ma nel corso dei secoli l’azione delle correnti marine e del fiume Albegna hanno creato due tomboli, il Tombolo della Giannella e il Tombolo della Feniglia, che hanno unito l’isola alla terra ferma, formando la Laguna di Orbetello.

territorio01

Il Monte Argentario raggiunge il punto più alto in corrispondenza di Punta Telegrafo (635 m) ed è caratterizzato da un territorio collinare e a tratti impervio, addolcito dall’opera dell’uomo che ha creato delle terrazze dove si coltiva la vite (Ansonica).

La costa, molto frastagliata, offre cale e calette, prevalentemente sassose, di notevole bellezza dal punto di vista naturalistico, la zona è inserita nel Santuario dei cetacei istituito nel 1991 come area naturale marina protetta di interesse internazionale.

In questo contesto si inseriscono i due paesi, entrambi a vocazione marinara, che formano il comune di Monte Argentario, Porto Santo Stefano a nord e Porto Ercole a sud.

Numerose sono le isole limitrofe raggiungibili dal promontorio, l’Isolotto, l’Isola Rossa, l’Isola Argentarola, la Formica di Burano, l’Isola del Giglio, Giannutri e le Formiche di Grosseto